Polipi del colon e del retto nel cane

I polipi sono escrescenze anomale che crescono dal rivestimento dell’intestino crasso (colon o retto) e sporgono nel lume del canale intestinale. Alcuni polipi hanno un gambo (peduncolati), altri sono piatti (sessili). Possono avere origine infiammatoria o neoplastica.

Nell’uomo, i polipi sono una delle condizioni più comuni che colpiscono il colon e il retto e si verificano in una percentuale che varia dal 15 al 20 % della popolazione adulta.

Nel cane sono comunemente localizzati nel retto distale e possono essere singoli o multipli.

Razze predisposte: bassotti (Ohmi et al.), Collie (Holt et al.), pastori tedeschi (Seiler et al.) e west highland white terrier (Valerius et al.).

In uno studio del 2012 (Ohmi et al.)  che ha analizzato 33 polipi colorettali nel cane il 46% dei pazienti aveva polipi infiammatori, il 30% neoplasie benigne e il 24% tumori maligni. 31 dei 33 pazienti erano di razza (il 48% era rappresentato da bassotti).

Tipici sintomi: ematochezia (feci con sangue), tenesmo coli o rettale (difficoltà nel defecare) e feci con muco.

Diagnosi: ecografia e colonscopia. Nel 90% dei pazienti (Ohmi et al.) si tratta di polipi multipli, il restante 10% presenta delle singole proliferazioni.

Terapia: in caso di polipi colorettali infiammatori multipli la terapia consigliata è normalmente immunosoppressiva (combinazione con ciclosporine e prednisolone o leflunomide) associata eventualmente a polipectomia endoscopica (vedi video sottostante). In caso di polipi singoli la terapia d’elezione è la polipectomia endoscopica. Alcuni pazienti necessitano terapia chirurgica.

Curiosità: a differenza della medicina umana, la relazione tra patologie infiammatorie intestinali e sviluppo di tumori non è ancora stata dimostrata.

Galeandro Luca, Dr. med. vet, DACVIM (SAIM), specialista in medicina interna, Galeandro Miriam, Dr.ssa med. vet, DACVIM (SAIM), specialista in medicina interna

Letteratura:

  1. Ohmi, A. et al. 2012. A Retrospective Study of Inflammatory Colorectal Polyps in Miniature Dachshunds. J. Vet. Med. Sci. 74(1): 59–64.

  2. Holt, P. E. and Lucke, V. M. 1985. Rectal neoplasia in the dog: a clinicopathological review of 31 cases. Vet. Rec. 116: 400–405
  3. Seiler, R. J. 1979. Colorectal polyps of the dog: a clinicopatho- logic study of 17 cases. J. Am. Vet. Med. Assoc. 174: 72–75.
  4. Valerius, K. D., Powers, B. E., Mcpherron, M. A., Hutchison, J. M., Mann, F. A. and Withrow, S. J. 1997. Adenomatous polyps and carcinoma in situ of the canine colon and rectum: 34 cases (1982–1994). J. Am. Anim. Hosp. Assoc. 33: 156–160.

Comments

  1. Ale - 26 Settembre 2019 at 15:59 - Rispondi

    Buongiorno, se possibile vorrei fare una domanda in relazione a questo argomento. Il mio cane, fox terrier di 9 anni presenta questo problema di polipi peduncolati al retto da circa 7 anni. Da 3 anni ormai è sottoposto annualmente alla aspirazione tramite polipectomia endoscopica ma continuano a riformarsi. Il cane inoltre ha da sempre sangue nelle feci e circa una volta al mese prolassa. Gli ultimi esami del sangue, a differenza degli anni passati, presentano eritrociti bassi (3,5/4) e albumina bassa. Si riscontrano proteine disperse nelle urine ( circa 20 mg), emoglobina e rare emazie. Il veterinario ha prescritto un trattamento antibiotico Baytril 50 mg e feldene piroxicam 3 mg per due settimane, ma il feldene da proseguire ad oltranza. Purtroppo ho letto che quest’ultimo ha diversi effetti, anche gravi, sul fegato e mi chiedevo se ci fosse qualche altra cura o soluzione per curare al meglio questi maledetti polipi. Spero in un vostro gentile riscontro e buon lavoro.

    • Centro Veterinario Airone - 13 Ottobre 2019 at 7:21 - Rispondi

      Buongiorno,

      grazie mille per il messaggio lasciato.

      Come scritto nel breve articolo pubblicato, in caso di polipi colorettali multipli la terapia consigliata è normalmente quella immunosoppressiva (combinazione con ciclosporine e prednisolone o leflunomide) associata eventualmente a polipectomia endoscopica.

      Disponibili per un consulto.

      Molto cordialmente

      Dr. med. vet. Galeandro Luca dipl ACVIM SAIM
      http://www.centroveterinarioairone.ch

  2. lisa - 17 Ottobre 2019 at 22:32 - Rispondi

    Buonasera,

    vi contatto per avere maggiori informazioni in merito a questo argomento.
    Il mio cane, una Golden Retriever di 8 anni, dal mese di agosto mostra difficoltà evidenti nella defecazione.
    Il cane, prima regolarissimo nella sua attività, impiega moltissimo tempo nel compimento dell’atto e nonostante non vocalizzi, sembra mostrare difficoltà evidenti.
    Le feci sono notevolmente ridotte rispetto allo standard e mostrano una media consistenza.
    Mi sono rivolta al nostro studio veterinario che ha eseguito una radiografia dell’addome e ha rilevato la presenza di dolorabilità alla palpazione dell’addome caudale.La nostra veterinaria dice di aver individuato la presenza di tenesmo nel cane, imputabile ad un problema alimentare.
    Mi ha prescritto dunque il trattamento con olio di vasellina per 4 giorni e pensando ad un fenomeno colitico carporal per 7 giorni.
    Ho seguito la terapia ma il cane non mostra segni di miglioramento.
    Sabato sono tornata di nuovo dalla veterinaria che ci ha suggerito di integrare l’alimentazione del cane con fegato crudo (faccio presente che il cane mangia da sempre cibo secco monoproteico e non ha mai mostrato alcun segno di intolleranza).
    Mi rivolgo a voi per un parere esperto, questo tipo di terapia può essere indicata per la gestione di questa problematica?
    Il fegato (almeno questo sostiene la veterinaria) dovrebbe agire come un lassativo naturale, ma il cane è tre mesi che presenta questo tipo di problema. Mi chiedo quindi se questa indicazione possa essere corretta.
    Quali sono gli esami che devono essere svolti per individuare i polipi del colon e/o del retto? Una radiografia può riuscire a mostrarli? Potrebbero essere presenti dei polipi del colon anche in assenz di ematochezia.

    Mi scuso per la lunghezza del mio commento, ma ho necessità di capire quale possa essere il problema del mio cane.
    Vi ringrazio per la vostra disponibilità
    Cordiali saluti

    Lisa

    • Centro Veterinario Airone - 23 Ottobre 2019 at 7:55 - Rispondi

      Buongiorno Signora Lisa,

      la ringraziamo per il lungo commento.

      È sempre difficile valutare un paziente senza poterlo visitare personalmente.
      Non rispondendo alla terapia impostata dalla collega, il consiglio è quello di procedere al più presto con un esame ecografico dell’addome ed esami ematobiochimici completi. A seconda dell’esito, come scritto nell’articolato pubblicato sulla nostra homepage, un esame endoscopico potrebbe escludere/diagnosticare la presenza di polipi colorettali o evtl. altre neoformazioni.

      Disponibili per un consulto.

      Cordiali saluti

      Dr. med. vet. Galeandro Luca dipl. ACVIM SAIM (specialista in medicina interna)
      http://www.centroveterinarioairone.ch


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *