“Avvelenamento” da gomma da masticare

Non tutti sanno che le comuni gomme da masticare possono risultare tossiche ed addirittura mortali per i nostri amici a quattro zampe. Esse contengono come dolcificante (spesso unico) lo xilitolo (circa 0.4 g per pezzo).

L’assunzione di 0.1 g/kg di peso corporeo può portare ai primi sintomi, dovuti all’ipoglicemia (abbassamento degli zuccheri nel sangue). L’assunzione di 1 g/kg è associata a necrosi epatica.

Sintomi clinici: vomito, apatia, disorientamento, atassia, tremori, collasso e convulsioni sono principalmente dovuti all’ipoglicemia e si possono verificare già dopo 30 minuti dall’assunzione. Altri possibili segni clinici: debolezza, diarrea, dolore addominale, vocalizzazione e tachipnea. Dop 8-12 ore si può verificare un alzamento dei valori degli enzimi epatici. Alcuni soggetti presentano un alzamento dei valori solo transitorio, altri sviluppano insufficienza epatica acuta, emorragie interne e morte.

Esami di laboratorio: ipoglicemia, ipopotassemia, ipofosfatemia. Alzamento delle transaminasi, della bilirubina ed allungamento dei tempi di coagulazione (PT e PTT).

Terapia: induzione del vomito ed evtl. assunzione di carbone attivo (spesso questa terapia è inefficace, in quanto l’assorbimento dello xilitolo e i relativi sintomi clinici avvengono troppo velocemente). Infusione con glucosio ed evtl. epatoprotettori (SAMe) devono essere aggiunti al piano terapeutico.

Prognosi: dipende dalla dose ingerita. Convulsioni prolungate, necrosi epatica e coagulopatia sono spesso associate ad una prognosi infausta.

Galeandro Luca, Dr. med. vet, DACVIM (SAIM), specialista in medicina interna Galeandro Miriam, Dr.ssa med. vet, DACVIM (SAIM), specialista in medicina interna

Letteratura:

  1. Bonagura J et al. Kirk’s current veterinary therapy XV, 2014

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *